Cerca nel blog

domenica 19 febbraio 2017

Mica tanto

E poi, improvvisamente, dopo 16 anni Marix è andata via.
Così.
Dopo 16 anni, alcuni mesi schifosi, in cui il livore cresceva ed il clima era quasi irreale, lei lavorava ugualmente ma quattrini non ne beccava da illo tempore, si è sentita richiedere le chiavi dello studio.
Richiedere.
Non ha deciso spontaneamente di ridarle.
Dopo 16 anni, 2 mesi e 2 giorni le ha restituite.
Ha fatto un salto.
Nel vuoto.
Perché, forse è impazzita e forse no, ha visto un ufficio, lo ha preso e ha messo una bella targa, ha attivato un po' di utenze, ha radunato un po' di arredo, si è portata i suoi libri, le sue pratiche, ha fatto stampare i bigliettini e dal 2 novembre è sola.
Di quello che è successo dopo, Marix ancora non si capacita.
Ha avuto tante chiamate, tanti contatti nuovi, nuovi clienti, nuove pratiche, qualche soddisfazione.
La cosa più sorprendente è una quantità di colleghi che l'han cercata. Che le hanno manifestato stima, considerazione. Quando lei manco pensava che loro fossero a conoscenza della sua esistenza.
Marix ha paura.
Tanta.
Perché adesso che avevano raggiunto un minimo di pace e che Marito era felice, si ricomincia da capo.
Lei ricomincia da capo.
Poi ha pensato a tutto quello che in quei sedici anni aveva fatto, aveva imparato, aveva anche ingoiato.
E allora ha pensato che forse proprio daccapo no, non cominciava. Iniziava solo a far vedere agli altri che camminava con gambe sue. Come aveva sempre fatto e magari nessuno lo pensava perché il suo nome era sempre nascosto.
Ecco.
Marix ha finalmente realizzato che il suo nome non era nascosto mica tanto...

Marix libera

2 commenti:

  1. Congratulazioni!!! e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... A volte non si dorme la notte, ma cosa ci si può fare? Nulla!!!! Crepi il lupo. E in bocca al lupo anche a Te: pur non commentando ho sempre letto. Un abbraccio

      Elimina